GuideNewsPiù Lette

Requisiti per avere la pensione minima nel 2020: a chi spetta

requisiti per pensione minima 2020

Il sistema previdenziale italiano, come noto, garantisce a chi riceve una pensione molto bassa un’integrazione affinché gli stessi possano vivere dignitosamente.

Cos’è la pensione minima

La pensione minima, conosciuta anche come integrazione al trattamento minimo, è regolata dalla L. n. 638/1983, in particolare dall’art. 6, il quale prevede il diritto del pensionato a ricevere un assegno sufficiente a garantire una vita dignitosa.

Per loro, l’Inps, prevede un’integrazione al fine di adeguare la pensione alla soglia di sostentamento. Tale soglia minima è detta “minimo vitale” e viene definita ogni anno per legge.

Quindi, in parole povere, se nonostante il versamento contributivo, la pensione va al di sotto di un determinato limite, l’INPS riconosce un assegno integrativo della pensione, con lo scopo di migliorare la condizione economica del pensionato.

Importo pensione minima 2020

Veniamo ora all’importo che per l’anno 2020 è di 515,07 euro. Rispetto all’anno scorso, c’è stato un aumento: nel 2019, infatti, la pensione minima era pari a 513,00 euro.

L’aumento della pensione minima è stato calcolato in base alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo ISTAT (aumento dell’inflazione), che per il 2020 si attesta allo 0,4%.

Se volessimo fare un esempio pratico, se un pensionato riceve una pensione di 350 euro, l’integrazione al minimo risulterà pari a 165,07 euro mensili, ovvero la differenza tra la pensione minima e la pensione ricevuta.

Come chiedere la pensione minima 2020

Accedere alla pensione minima non è un processo automatico, infatti, per ottenerla è necessario richiederla all’INPS tramite le apposite procedure.

Limiti di reddito individuali e coniugali

Nel caso di persona non coniugata o di persona effettivamente e legalmente separata, il limite di reddito per usufruire del diritto all’integrazione totale della pensione è 6.695,91 euro. Invece, per il diritto all’integrazione parziale la soglia massima è di 13.391,82 euro.

Qualora il pensionato fosse coniugato e la pensione sia stata erogata con decorrenza precedente al 1994, i redditi coniugali non vengono presi in considerazione.

Se invece la pensione ha avuto decorrenza dopo il 1994, il pensionato ha diritto:

  • A nessuna integrazione se il suo reddito individuale del beneficiario supera la soglia di 13.391,82 euro;
  • All’integrazione totale se il reddito annuo complessivo non supera la soglia di 20.087,73 euro;
  • All’integrazione parziale se il reddito annuo complessivo supera i 20.087,73 euro ma è al di sotto di 26.783,64 euro (quattro volte il trattamento minimo annuo).

Quali pensioni sono integrabili al minimo

Un aspetto da considerare nel calcolo di spettanza della pensione minima è senz’altro quale trattamento pensionistico possa essere integrato. Al riguardo, occorre fare delle distinzioni tra le pensioni percepibili, le quali possono essere:

  • dirette, come ad esempio, pensione di vecchiaia, la pensione anticipata, ovvero la pensione erogate dall’Assicurazione generale obbligatoria dell’INPS;
  • indirette, come ad esempio, pensioni ai superstiti e le pensioni di reversibilità.

Redditi da non considerare per le pensioni minime

Non tutti i redditi possono essere considerati ai fini del calcolo della pensione minima, quindi, vanno esclusi dal conteggio:

  • i redditi esenti da Irpef. Quindi, pensioni di guerra, rendite per invalidità civile, rendite INAIL.
  • le pensioni da integrare al minimo;
  • il reddito della casa di abitazione.

Quanti anni di contributi

Per quanti anni devo aver versato i contributi? Per avere l’integrazione al minimo, basta aver maturato una pensione al di sotto di una determinata soglia, e questo indipendentemente dai contributi o dagli anni di lavoro effettivi.

Pensione minima per chi non ha mai versato i contributi

Il soggetto privo completamente di contributi, non ha diritto alla pensione e neanche all’integrazione, può però usufruire di un altro strumento, ovvero dell’assegno sociale.

Related posts
NewsPoliticaUltime Notizie

Conte attacca Salvini e Meloni: falsità irresponsabili

Il Premier chiede più senso di responsabilità all’opposizione e chiarisce, “il Mes non…
Read more
BusinessGuideNewsOnline MarketingPiù Lette

La verità sul Dropshipping e Guru del Marketing

Internet è pieno zeppo di gente che dice di aver fatto successo con l’online marketing…
Read more
GovernoNewsPolitica

Eurogruppo, Merkel: “Sono d’accordo con Conte, serve solidarietà. Respingiamo gli eurobond, ma si possono trovare altri strumenti”.

Rimandato alle 19 il vertice decisivo tra i Ministri delle Finanze. La cancelliera: “Si…
Read more

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *